pubblicazioni

EDIZIONI ANAI

 

La realizzazione di prodotti editoriali attraverso i quali produrre e veicolare contenuti, informazioni, cultura archivistica è stata fin dai primi anni di vita unacaratteristica dell'ANAI, oltre a essere un modo per interpretare con piena coerenza gli scopi dell'Associazione e gli obiettivi statutari. Tuttavia la sfida didiventare editori in proprio l'ANAI l'ha affrontata solo di recente; il primo titolo uscito con i tipi delle Edizioni ANAI è infatti del 2016.Può sembrare una scelta bizzarra compiere un passo in questa direzione nel momento in cui l'editoria tradizionale, la produzione dell'oggetto libro -intrepretato come il prodotto cartaceo che si è progressivamente canonizzato dalla metà del Quattrocento, con la comparsa del torchio a stampa, fino allesoglie del terzo millennio - sembra ormai prossima a esaurire la propria funzione, incalzata dall'imporsi dei formati digitali.Al contrario crediamo che il retroterra di competenze e sensibilità proprie della tradizione disciplinare dell'archivista possa dare un contributo non secondario ainterpretare, in chiave umanistica e non solo tecnologica, il passaggio dall'era dei torchi a quella dei bit.

 

Da una parte per non perdere il senso di una continuitàdi metodo nella produzione, diffusione e conservazione della conoscenza. Dall'altra per essere interpreti non passivi nella creazione del nuovo mondo che siprofila e del quale nessuno può ancora avere contezza. Il libro così come lo abbiamo conosciuto, almeno per un po' ancora, continuerà a esistere. Tuttaviasempre di più dovrà confrontarsi con altri media, rispetto ai quali dovrà dimostrare di avere la capacità di integrarsi per qualità e quantità dei contenuti offerti eper funzionalità nel modo di veicolarli. Al tempo stesso dovrà avere la capacità di arricchire l'esperienza di fruizione offerta a un lettore che sarà sempre piùesigente, perché abituato a muoversi in ambienti sempre più immersivi. Voler essere attori e non pubblico in questo passaggio è sicuramente una motivazionenon secondaria della nascita delle Edizioni ANAI.Vi è poi una seconda motivazione, anche questa connessa con gli effetti della transizione al digitale in atto.

 

Oggi, molto più che in passato è possibileindividuare con precisione i contesti con cui si vuole e può creare una interazione produttiva, le comunità di riferimento con le quali interagire direttamente,saltando molti passaggi di intermediazione, fino a poco tempo fa necessari. Questa condizione crediamo possa essere utilmente indirizzata verso la costruzionedi un catalogo in cui la scelta dei titoli può essere indirizzata da una corretta valutazione dei bisogni del pubblico di riferimento, messa in relazione con gliinteressi di ricerca e le motivazioni degli autori. 

 

Volumi disponibili

 

2022

COLLANA MONOGRAFIE

Marco Carassi, FARE COSE CON PAROLE. Il lavoro degli archivisti di Stato in 90 documenti. Nuova Edizione arricchita e aggiornata a cura di Davide De Franco

 

2020


COLLANA MONOGRAFIE


ARCHIVI D'IMPRESA. Archivisti, storici, heritage manager di fronte al cambiamento, realizzato grazie al sostegno di ENI e di Fondazione Dalmine

 

2019


COLLANA LETTURE


Armando Petrucci. Scrittura documentazione memoria. Dieci scritti e un inedito (1963-2009
 a cura di Attilio Bartoli Langeli)

 

2017


COLLANA MONOGRAFIE


Reti di archivi per gli archivi in rete. Conservazione e accesso ai patrimoni digitali, a cura di Gianfranco Crupi e Mariella Guercio

 


Volumi esauriti

2018


COLLANA MONOGRAFIE


[ESAURITO]

Costantino Landino, Pasqualina A. Marzotti, 
Memorie dinamiche. La conservazione dei database e il web archiving


[ESAURITO]

 

2016


COLLANA MONOGRAFIE


[ESAURITO]

Marco Carassi, 
Fare cose con parole, 80 tracce di documenti relativi alle attività delle Soprintendenze archivistiche e dagli Archivi di Stato
[ESAURITO]

 

 

Marco Carassi, Fare cose con parole. Il lavoro degli archivisti di Stato in 90 documenti. Nuova Edizione arricchita e aggiornata a cura di Davide De Franco

Edizioni ANAI - Marco Carassi, Fare cose con parole. Il lavoro degli archivisti di Stato in 90 documenti. Nuova Edizione arricchita e aggiornata a cura di Davide De Franco

 

In occasione del concorso MIC di prossimo svolgimento per 50 dirigenti tecnici, di cui 16 dedicati a archivisti e bibliotecari, l'ANAI ha deciso di rivedere e aggiornare il volume Fare cose con parole, uscito per il concorso del 2016, per fornire un agevole strumento di preparazione alle prove.


SCHEDA LIBRO

 

Marco Carassi (classe 1947) archivista di Stato, è stato Soprintendente archivistico, Direttore di Archivio di Stato, docente della Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica. Membro di comitati e commissioni del Consiglio internazionale degli archivi, presidente dell'Anai.  Autore di saggi e articoli di archivistica, storia degli archivi e delle istituzioni.

 

Davide Bruno De Franco (classe 1977) archivista di Stato, è Direttore dell'Archivio di Stato di Novara. Già assegnista di ricerca in Storia economica presso l'Università Bocconi, ha conseguito il Diploma presso la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica dell'Archivio di Stato di Torino. Numerose le sue pubblicazioni di storia moderna e archivistica.

 

Il VOLUME:

 

Fare cose con parole. Il lavoro degli archivisti di Stato in 90 documenti

Genere: Manuale - Formulario

Editore: Edizioni ANAI

Data uscita: gennaio 2022

Pagine: XII, 395

Formato: 15,00 x 21,00

Legatura: brossura

ISBN: 978-88-942017-8-9

 

 

Prezzo di copertina:                                                        € 60,00

Prezzo agevolato per librerie:                                          da € 48,00 a seconda delle copie ordinate

Prezzo scontato per soci Anai e Aib:                              € 35,00

(in regola con il pagamento delle quote sociali)

 

Costo spedizione tramite corriere: € 12,00

 

È possibile prenotarlo da subito compilando il seguente FORM:

Archivi di impresa. Archivisti, storici, heritage manager di fronte al cambiamento

2020

COLLANA MONOGRAFIE
ARCHIVI D'IMPRESA. Archivisti, storici, heritage manager di fronte al cambiamento

realizzato grazie al sostegno di ENI e di Fondazione Dalmine

 

«Conservare la propria memoria non significa cercare ricette per il futuro, ma accumulare un patrimonio di idee, di esperienze, un contenitore di testimonianze che arricchisce il valore aggiunto dell'azienda stessa, la aiuta a essere protagonista nel presente» (Tommaso Fanfani)

 

L'intensità delle trasformazioni economiche, sociali, tecnologiche intervenute negli ultimi decenni pone le imprese e la comunità archivistica di fronte a sfide del tutto nuove e complesse. Il volume prende le mosse da un'iniziativa dell'Archivio storico Eni in collaborazione con la Fondazione

Dalmine e, in una riflessione a più voci, affronta i temi della creazione, dell'ordinamento, della conservazione, della tutela, dell'uso del patrimonio documentale delle aziende italiane con l'obiettivo di promuovere nuove e più efficaci forme di valorizzazione della straordinaria eredità culturale di cui sono testimoni.

 

ISBN 978-88-942017-7-2

 

Prezzo copertina € 25,00

Librerie € 20,00

Soci e sostenitori ANAI € 15,00

 


PER ACQUISTARE IL VOLUME occorre:

 

·         concordare il ritiro e pagamento in contanti in sede, scrivendo a segreteria@anai.org

OPPURE

·         prenotare la spedizione tramite piego libri al costo di 5,00 € inviando a segreteria@anai.org l'indirizzo di spedizione, i dati per l'intestazione della ricevuta e l'attestazione del bonifico:

 

 conto corrente bancario intestato a: ANAI - Associazione Nazionale Archivistica Italiana - IBAN IT45C0306967684510753960031, BIC BCITITMM, Intesa Sanpaolo 

 

 

 




iscrizione
archivio news ed eventi
archiviando
Legge 4/2013
Sportello
sezioni regionali
cerca nel sito
ANAI, c/o Biblioteca Nazionale
Viale Castro Pretorio, 105 - 00185 Roma
tel. 06.491416 e-mail:segreteria@anai.org, anai@pec.net
Partita IVA 05106681009 - Codice fiscale 80227410588
realizzato da

regesta.exe - archivi digitali - xdams