attività

 

BREVI DALL'ANAI

La newsletter dell'Associazione

per essere informato su cosa bolle in pentola


 

 

 

ARCHIVIO della Newsletter "BREVI dall'ANAI"

 

 

 

 

 

Se sei interessato a ricevere informazioni dall'Anai iscriviti compilando il form a questo link (http://eepurl.com/b_qjev) e indicaci cosa vuoi ricevere:

 

# tutte le comunicazioni

# La newsletter "BREVI dall'ANAI"

# La newsletter de "Il Mondo degli Archivi"

# La Newsletter della Formazione Anai

 

 

Brevi dall'ANAI n.2

BREVI DALL'ANAI n°2

FEBBRAIO 2018
 

IN QUESTO NUMERO

 
Rinnovo quota iscrizione e assemblea 2018
Sul sito sono pubblicati gli importi e le modalità per rinnovare la quota di iscrizione all’Anaiper l'anno 2018: 
L’iscrizione, oltre a consentirvi di restare informati e partecipare alle varie attività dell’Associazione organizzate a livello nazionale e regionale, vi permette di usufruire di una serie di servizi e agevolazioni, come, ad esempio, ricevere la versione elettronica della rivista scientifica semestrale Archivi, pubblicare il CV nello spazio dedicato del sito, partecipare a costi agevolati a tutte le iniziative di formazione Anai, accedere ai servizi dedicati di informazione e consulenza, tra cui il servizio di osservatorio dei bandi di lavoro e la convenzione per la copertura RC professionale.
Segnaliamo che l’Assemblea ordinaria dei soci, nella quale sarete chiamati a esprimere il voto in merito all’approvazione dei bilanci consuntivo 2017 e preventivo 2018 e a discutere le attività dell’associazione, è fissata a Roma per sabato 14 aprile 2018. Come di consueto sarà preceduta dalla conferenza dei presidenti (13 aprile 2018).
 
Gli appuntamenti per la difesa della professione
Abbiamo in programma per il 2018 una conferenza (Biblioteca nazionale centrale di Roma, 15 giugno 2018) che avrà luogo nel mese di giugno e sarà dedicata alruolo delle associazioni professionali e delle comunità di pratiche nell’età dei social network.
La complessità crescente della normativa di settore e l’impegno richiesto ai professionisti nell’attività di gestione dei patrimoni archivistici rendono inoltre indispensabile avviare con urgenza iniziative di riforma nel campo della formazione e una revisione e coordinamento delle disposizioni esistenti
 

Le iniziative con le altre associazioni

Il lavoro di coordinamento Mab-Musei Archivi e Biblioteche prosegue a partire dalle conclusioni raggiunte in occasione del terzo congresso MAB che si è tenuto a Roma lo scorso 23 e 24 novembre e ha coinvolto più di 300 partecipanti. Si sta lavorando per raccogliere testi e slide dei relatori da pubblicare sul sito www.mab-italia.org in modo da consentire anche agli assenti di essere informati su quanto discusso e sulle proposte emerse per sviluppare al meglio la collaborazione tra le associazioni coinvolte. 

Iniziative nell’ambito della collaborazione con CoLAP 

L’evento Colap #Ccresce svoltosi a Roma dal 26 al 28 ottobre ha rappresentato un momento di confronto e di ampia partecipazione associativa e istituzionale. In quell’occasione si sono definite le strategie e le linee programmatiche di Colap per il quadriennio 2017-2021.
 

Convegni e seminari

Il convegno annuale di quest’anno è previsto per l’autunno ed è dedicato al tema degli archivi di persona e di famiglia. L’evento conclusivo sarà preceduto da una serie di seminari preparatori organizzati con il supporto o per iniziativa delle Sezioni regionali.
 
 
 

La formazione

L’attività di formazione è partita con il corso di Cagliari di Gestione documentale e con il corso sugli Archivi fotografici di Genova che ha riscosso un particolare successo e a cui seguirà l’edizione organizzata dalla Sezione Marche a Senigallia (12-13 aprile), preceduta da un seminario ad accesso gratuito “Un obiettivo per la fotografia. Da bene culturale a strumento di mediazione e fonte storica”.
Sta finalmente prendendo forma la programmazione annuale che sarà tra breve comunicata. 
 

La partecipazione ai progetti per gli archivi digitali 

Nel 2018 l’Anai partecipa con un ruolo crescente di coordinamento al Tavolo organizzato da ForumPA Cantieri Documenti digitali. I temi sono in corso di definizione.

 
 

Notizie dalle Sezioni

Una panoramica delle iniziative in programma da parte delle Sezioni Regionali dell'ANAI per il 2018 (Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto-Adige, Umbria).
 
 
Rinnovo quota iscrizione e assemblea 2018

Sul sito sono pubblicati gli importi e le modalità per rinnovare la quota di iscrizione all’Anai per l'anno 2018: 

L’iscrizione, oltre a consentirvi di restare informati e partecipare alle varie attività dell’Associazione organizzate a livello nazionale e regionale, vi permette di usufruire di una serie di servizi e agevolazioni, come, ad esempio, ricevere la versione elettronica della rivista scientifica semestrale Archivi, pubblicare il CV nello spazio dedicato del sito, partecipare a costi agevolati a tutte le iniziative di formazione Anai, accedere ai servizi dedicati di informazione e consulenza, tra cui il servizio di osservatorio dei bandi di lavoro e la convenzione per la copertura RC professionale.

 

Ricordiamo che, ai sensi dell'art. 6 del Regolamento di iscrizione e delle attestazioni di qualità e qualificazione professionale dei servizi prestati dai soci, saranno inseriti nell'elenco dei soci aggiornato pubblicato nell'apposito spazio del sito entro fine aprile, esclusivamente i soci ordinari e juniores in regola con tutte le quote associative alla data del 31 marzo 2018

 

 

Segnaliamo che l’Assemblea ordinaria dei soci, nella quale sarete chiamati a esprimere il voto in merito all’approvazione dei bilanci consuntivo 2017 e preventivo 2018 e a discutere le attività dell’associazione, è fissata a Roma per sabato 14 aprile 2018. Come di consueto sarà preceduta dalla conferenza dei presidenti (13 aprile 2018). 

 

La prima Conferenza dei sostenitori

Il 16 marzo è convocata a Roma (presso la Biblioteca nazionale centrale) la prima Conferenza dei sostenitori, nuovo istituto dell’Associazione, introdotto dalla recente riforma dello statuto, al quale tutti i Sostenitori sono invitati a portare il loro contributo di idee e di proposte utili a rafforzare il ruolo dei Sostenitori all’interno dell’Anai.

Gli appuntamenti per la difesa della professione

Abbiamo in programma per il 2018 una conferenza (Biblioteca nazionale centrale di Roma, 15 giugno 2018) che avrà luogo nel mese di giugno e sarà dedicata al ruolo delle associazioni professionali e delle comunità di pratiche nell’età dei social network. Saranno invitate altre associazioni archivistiche europee, ma anche rappresentanti di organizzazioni che operano in altri settori, in particolare nel campo delle professioni non ordinistiche. L’obiettivo è quello di far emergere la complessità dell’associazionismo tradizionale nel settore culturale con specifico ma non esclusivo riferimento alla protezione delle professioni tecniche nell’epoca della comunicazione virtuale, ma anche le potenzialità e la rilevanza delle reti ‘istituzionali’ in grado di garantire qualità del confronto e robustezza e persistenza delle attività a difesa dei patrimoni e dei profili tecnici.

 

La conclusione della legislatura e la fase elettorale che si apre ai primi di gennaio vedranno l’associazione impegnata a sostenere nelle sedi opportune il ruolo degli archivisti e la rilevanza dei patrimoni documentari, con particolare riferimento alla necessità di rispettare la normativa sulla gestione informatica dei documenti e sugli archivi digitali, all’esigenza di dotare le istituzioni archivistiche (dello Stato e delle amministrazioni) di risorse economiche e personale sufficienti, a partire dal concorso in atto per gli archivisti di Stato a lungo bloccato da inspiegabili ritardi. Il prossimo futuro del settore richiede peraltro un nuovo concorso per la dirigenza tecnica, la trasformazione del concorso una tantum per il personale degli archivi (e in genere del Mibact) in una procedura concorsuale con cadenza almeno biennale in grado di assicurare per tutti i profili necessari alla buona gestione del Ministero il rispetto della pianta organica recentemente approvata e il ricambio generazionale ormai indispensabile.

 

La complessità crescente della normativa di settore e l’impegno richiesto ai professionisti nell’attività di gestione dei patrimoni archivistici rendono inoltre indispensabile avviare con urgenza iniziative di riforma nel campo della formazione (la riforma delle scuole d’archivio) e una revisione e coordinamento delle disposizioni esistenti (ad esempio nella forma di un testo unico). L’associazione sarà attiva innanzitutto sviluppando un documento di base da condividere per la parte comune con le altre associazioni in ambito MAB) 

 

Elenco MiSE (legge 4/2013)

Al fine di sbloccare la situazione di stallo creatasi negli uffici del MiSE in merito alla verifica delle domande di iscrizione all’elenco delle associazioni ai sensi della l. 4/2013 e che ha prodotto il blocco di oltre 140 pratiche, abbiamo aderito alla mobilitazione Colap attraverso una lettera inviata ai responsabili del ministero e dell’ufficio competente. 

Abbiamo inoltre sollecitato, con lettera inviata all’ufficio responsabile, che la conclusione del procedimento della nostra pratica, presentata ormai dal 2015, venga formalizzata ai sensi ed entro i tempi indicati dalla l. 241/90. Anche alla luce di questo inatteso e spiacevole incaglio, l’avvio del rilascio delle attestazioni di qualità professionale ha purtroppo subito un ulteriore ritardo.

 

Elenchi Mibact

In occasione dell’incontro tra numerose associazioni professionali attive nel campo dei beni culturali che si è tenuto il 16 febbraio 2018 presso il Museo nazionale romano (per l’ANAI è intervenuta Mariella Guercio) l’arch. Francesco Scoppola, direttore generale per l’Educazione e la ricerca del Mibact, ha informato che gli elenchi dei professionisti, previsti dalla legge 110/2014, sono stati inviati per un parere non vincolante al Miur e al Ministero del lavoro con l’obiettivo di rendere operativo il provvedimento prima della fine di questa legislatura.

Le iniziative con le altre associazioni

Il lavoro di coordinamento Mab-Musei Archivi e Biblioteche prosegue a partire dalle conclusioni raggiunte in occasione del terzo congresso MAB che si è tenuto a Roma lo scorso 23 e 24 novembre e ha coinvolto più di 300 partecipanti. Si sta lavorando per raccogliere testi e slide dei relatori da pubblicare sul sito www.mab-italia.org in modo da consentire anche agli assenti di essere informati su quanto discusso e sulle proposte emerse per sviluppare al meglio la collaborazione tra le associazioni coinvolte. 

Le proposte principali emerse dalla tavola rotonda finale, riguardano l’esigenza di  promuovere autoformazione tra i diversi operatori, organizzare seminari su tematiche di comune interesse (sicurezza, conservazione, tecnologie ecc.) e, soprattutto, lavorare partendo da un’ottica di “piramide rovesciata” che dia voce alle sezioni e al territorio per raccogliere proposte e buone pratiche da condividere. Una prima occasione d’incontro tra sezioni potrebbe essere collegata all’iniziativa organizzata in Toscana nella prossima primavera. Una relazione generale che fornisce una panoramica generale dei lavori è disponibile sul sito MAB. 

 

Intanto la Sezione Marche MAB ha già raccolto l’invito dell’assemblea di novembre a creare un tavolo congiunto ANAI/Università, adottando nello specifico il tema dei pubblici e degli utenti da sviluppare in un percorso biennale di approfondimento. 

 

Prosegue anche il lavoro di coordinamento Mab-Musei Archivi e Biblioteche in Sardegna: dopo l'incontro, tenutosi in novembre, con l'Assessore della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport della Regione Autonoma della Sardegna, è prevista l'organizzazione di un convegno in primavera che analizzi tematiche di comune interesse e sostenga l'idea di una riforma condivisa della normativa regionale.

 

L’evento Colap #Ccresce svoltosi a Roma dal 26 al 28 ottobre ha rappresentato un momento di confronto e di ampia partecipazione associativa e istituzionale. In quell’occasione si sono definite le strategie e le linee programmatiche di Colap per il quadriennio 2017-2021 (Comunicato stampa evento Ccresce 27 ottobre 2017). Dal confronto all’interno dei gruppi di lavoro costituiti (comunicati nel primo numero delle Brevi Anai) sono emerse riflessioni, criticità e proposte che saranno sintetizzate in una prossima pubblicazione. Si sono inoltre definiti tempi e modi per il concreto raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Sul piano degli emendamenti alla Legge di Bilancio in fase di esame alla Camera dei Deputati, Anai ha appoggiato le proposte di Colap in tema di equo compenso e assistenza sanitaria. Per quanto concerne i comitati regionali Colap, Anai è presente nel Colap Toscana con Francesca Capetta che ha partecipato all’assemblea svoltasi a Firenze il 18 dicembre da cui è emersa la possibilità di programmare tavoli di lavoro in linea con gli obiettivi nazionali.

 

Il 16 novembre 2017 il Comune di Napoli e Coalizione 27 febbraio, di cui Anai è parte attiva sin dalla sua costituzione, hanno sottoscritto una dichiarazione di intenti con l’obiettivo di aprire un laboratorio di studio sulle problematiche del lavoro autonomo, finalizzato all’elaborazione di soluzioni condivise, percorribili e concrete e a ricercare accordi con le autorità regionali e nazionali. 

 

Anai ha inoltre sostenuto l’iniziativa “La Cultura è Lavoro: FAGLIELA PAGARE! Una proposta per la regolamentazione del volontariato culturale” organizzati da “Mi riconosci sono un professionista dei beni culturali” con interventi agli eventi di presentazione tenuti a Torino (Robotti, Tedesco), Roma (La Sorda), Venezia (Martignon), Cagliari (Desogus). Scopo della proposta, sostenuta da tutte le forze politiche presenti alla conferenza stampa del 24 gennaio tenutasi a Roma, è quello di regolare l’uso del volontariato nei luoghi della cultura, al fine di ricondurlo ad un’attività non sostitutiva del lavoro dei professionisti. 

 

 

La partecipazione ai progetti per gli archivi digitali 

Nel 2018 l’Anai partecipa con un ruolo crescente di coordinamento al Tavolo organizzato da ForumPA Cantieri Documenti digitali. I temi sono in corso di definizione.

 

La formazione

L’attività di formazione è partita con il corso di Cagliari di Gestione documentale e con il corso sugli Archivi fotografici di Genova che ha riscosso un particolare successo e a cui seguirà l’edizione organizzata dalla Sezione Marche a Senigallia (12-13 aprile), preceduta da un seminario ad accesso gratuito “Un obiettivo per la fotografia. Da bene culturale a strumento di mediazione e fonte storica”.

Sta finalmente prendendo forma la programmazione annuale che sarà tra breve comunicata. Il corso sui Film di famiglia negli archivi e nelle biblioteche è stato rinviato per permettere una più ampia campagna di informazione. 

Convegni e seminari

Il convegno annuale di quest'anno è previsto per l'autunno ed è dedicato al tema degli archivi di persona e di famiglia. Il convegno ha l'obiettivo di affrontare sia gli aspetti metodologici che la dimensione operativa di questi patrimoni da sempre a rischio di dispersione e di frammentazione, soprattutto nel mondo contemporaneo. Il convegno intende concentrarsi sia sui nodi critici che tradizionalmente caratterizzano questo settore (debolezza delle azioni e degli strumenti di tutela, problematiche relative a copyright e diritto d'autore), sia aspetti innovativi determinati o consentiti dai processi di digitalizzazione e dai nuovi strumenti della fruizione e valorizzazione, ma anche collegati alla speciale natura ibrida di documentazione che include materiale archivistico e biblioteconomico, ma anche oggetti di vita quotidiana e richiede pertanto strumenti multidisciplinari di analisi e forme specifiche e innovative di restituzione.

 

L'evento conclusivo (organizzato d'intesa con la Biblioteca nazionale centrale di Roma) sarà preceduto da una serie di seminari preparatori organizzati con il supporto o per iniziativa delle Sezioni regionali in grado di raccogliere interventi di approfondimento dedicati ai nodi di maggiore complessità (tra cui, ad esempio, copyright, natura ibrida dei patrimoni, conservazione digitale, trattamento dei carteggi digitali). È già in programma un incontro a Firenze nella sede della Soprintendenza archivistica il giorno 22 febbraio 2018.

 

Notizie dalle Sezioni

La sezione Campania contribuisce a organizzare dal 24 al 26 settembre l'Icarus meeting a Napoli (http://icar-us.eu) in collaborazione con l’International Centre for Archival Research e sviluppa, anche quest’anno, un interessante programma di alternanza scuola-lavoro con il Liceo Genovesi di Napoli. Collabora inoltre con l’INAPP (ex ISFOL) nell’ambito di un focus group dedicato a una indagine sul lavoro autonomo (cambiamento della dimensione lavorativa, apprendimento, formazione).

 

La presidente della Sezione Friuli Venezia Giulia è stata recentemente nominata rappresentante della professione "archivisti" nel Comitato regionale professioni non ordinistiche costituito dalla Regione nel 2017.

 

La Sezione Lazio sta dedicando le attività del primo semestre del 2018 a temi di specifico interesse dei soci juniores. Dopo aver organizzato il 19 gennaio l'incontro "Da studente a lavoratore. Condivisione di esperienza come analisi di possibilità", finalizzato ad un confronto con archivisti già inseriti nei vari ambiti del nostro mondo lavorativo per analizzare le varie possibilità occupazionali dopo gli studi, la sezione sta programmando l'iniziativa "Dalla teoria alla prassi. Una settimana in archivio". Si tratta di una proposta formativa basata sull'esperienza concreta e condivisa di lavoro in archivio, rivolta a chi ha terminato il percorso di studi e non ha ancora avuto una significativa esperienza di lavoro; il tema specifico sarà la progettazione di un intervento archivistico. 

 

La Sezione Liguria propone il 10 marzo la conferenza a “Archivi al servizio del cittadino: il diritto d’accesso ai documenti della pubblica amministrazione” nell’ambito di un ciclo di conferenze dedicate al tema “Conoscere le istituzioni e educare alla legalità” e promosse dall’Università delle tre età di Lavagna (Ge). Il 21 marzo partecipa all’iniziativa “Ali liguri sulla Grande Guerra” (Archivio di Stato di Genova).

 

La Sezione Lombardia dopo un primo seminario gratuito dedicato a far conoscere meglio il software xDams (installazione, modo d’uso e casi d’uso), in aprile terrà un secondo seminario dedicato a D-Space, a cura della socia Emilia Groppo, rappresentante della società 4-Science.

 

La Sezione Marche ha programmato a Senigallia, in occasione del corso sugli archivi fotografici (MUSINF, 12-13 aprile), una serie di iniziative di integrazione che includono un workshop (MUSINF, 11 aprile in mattinata) dedicato a “Le antiche tecniche di stampa” e propedeutico al corso per il riconoscimento delle tecniche fotografiche, un seminario ad accesso gratuito dal titolo “Un obiettivo per la fotografia: da bene culturale a strumento di mediazione e fonte storica” (Palazzetto Baviera, 11 aprile nel pomeriggio) e una visita guidata gratuita alla mostra “Robert Doisneau. Le Temps Retrouvé” presso il Palazzo del Duca di Senigallia (12 aprile al termine della prima giornata di corso).

 

La Sezione Sardegna organizza un incontro sulla partita IVA, con l’obiettivo di agevolare i soci, analizzando le problematiche, le criticità e le possibilità offerte dal lavoro autonomo. Nell'ambito della collaborazione con l'Università di Cagliari, Dipartimento di storia, beni culturali e territorio partecipa alla presentazione del progetto di catalogazione degli incunaboli all’interno di una iniziativa nazionale. Per il mese di maggio promuove una nuova tappa del progetto ArchiTour, avviato con successo lo scorso anno come occasione di incontro e di confronto sul territorio, alla scoperta degli archivi sardi.

 

La Sezione Sicilia partecipa con il suo presidente alla riunione del Colap Sicilia che si terrà il prossimo 9 marzo a Palermo.o

 

La Sezione Toscana organizza per il 22 febbraio 2018 a Firenze, nell’ambito delle iniziative di aggiornamento professionale, un Seminario dedicato agli archivi di persona “La memoria di sé nel nuovo millennio: cosa c’è di nuovo negli archivi di persona ? (22 febbraio 2018, ore 8,30-17,30, Sala Convegni della Soprintendenza archivistica per la Toscana), in collaborazione con la Sovrintendenza archivistica per la Toscana. Il corso si rivolge principalmente agli archivisti che lavorano presso enti pubblici e privati che conservano archivi di persona e personalità, agli studenti dei corsi di laurea in Archivistica e delle Scuole degli Archivi di Stato, ai liberi professionisti che nel loro lavoro si occupano con frequenza di archivi di persona. L’incontro, affidato a docenti che da anni si occupano a livello organizzativo e didattico di archivi di persona e di personalità, è dedicato in particolare alle nuove tipologie di materiali che costituiscono gli archivi di persona del Novecento e dell’inizio del secolo XXI, senza escludere accenni ai più recenti standard di descrizione archivistica e ai nuovi criteri di valorizzazione dei materiali. Un particolare contributo è offerto dalla presentazione di esperienze concrete da parte di “professionisti” che conservano e valorizzano archivi di persona. Intervengono (in ordine alfabetico): Andrea Becherucci, Emilio Capannelli, Caterina Del Vivo, Francesca Capetta, Carlo Eligio Mezzetti, Elena Sodini, Diana Toccafondi, Stefano Vitali. Nel pomeriggio del giorno 21 i partecipanti saranno inoltre guidati da Sonia Puccetti nella visita di un archivio “d’artista”: l’archivio Luciano Caruso.

La sezione presenta inoltre a Firenze (6 marzo 2018, h 17:00) presso la Biblioteca della Toscana Pietro Leopoldo il volume di Federico Valacchi «Archivi: concetti e parole.» Coordina Francesca Capetta, intervengono Diana Toccafondi e Carla Zarrilli. 

 

La Sezione Trentino-Alto Adige presenta in occasione dell’Assemblea dei soci il lavoro archivistico di Nicola Fontana sfociato nel volume Memorie in divisa: ufficiali austro-ungarici in Trentino al tempo di Francesco Giuseppe e organizza il 9 marzo a Trento in streaming un incontro di Archivisti attivi, coordinato da Federico Valacchi. Il 9 aprile Stefano Vitali terrà un corso sulla descrizione archivistica a Bolzano, mentre il 19 e 20 aprile si svolgerà il convegno ANAI L’etica, gli archivi e la cultura” che vedrà tra i partecipanti Mariella Guercio e Allegra Paci oltre ad importanti personaggi quali il Presidente ANAC Cantone (in video conferenza) e un Procuratore distrettuale siciliano che ha lavorato con Falcone, Borsellino e altri personaggi in prima linea nella lotta dello Stato alla mafia. Sarà un convegno blindato con la partecipazione delle forze dell’ordine e quindi con iscrizione obbligatoria.

 

La Sezione Umbria organizza, in collaborazione con la Galleria nazionale dell’Umbria, tre eventi dedicati agli “Archivi della contemporaneità tra gestione e promozione culturale”, rispettivamente il 28 marzo (“Arte e memoria di artisti e istituzioni culturali del Novecento”), il 18 aprile (“Archivi fotografici”), il 23 maggio (“Archivi audiovisivi”).

 

Brevi dall'ANAI n°3

BREVI DALL'ANAI n°3

GENNAIO 2019
 

Auguri di fine anno e qualche considerazione di fine mandato

Le Brevi dall’Anai che vi inviamo oggi sono le ultime predisposte a cura del direttivo nazionale uscente. I quattro anni che ci apprestiamo a lasciarci alle spalle sono stati anni intensi, vissuti sempre all'insegna dell’entusiasmo, del dinamismo e della partecipazione con l’obiettivo costante di valorizzare e tutelare la professionalità degli archivisti, in tutti i campi. "Mota non sedare, quieta movere" potremmo sintetizzare: molte le cose messe in cantiere, tante quelle portate a termine, poche quelle rimaste in sospeso che lasceremo in eredità a chi ci succederà.
La vivace dialettica sorta all'interno dell’Associazione, segno positivo della sua vitalità, e la considerazione dei pochi mesi che rimangono per la conclusione del mandato ci hanno spinto in questi ultimi giorni di fine anno a riflettere sui passi ancora da compiere. In particolare, abbiamo ritenuto necessario ripensare e, in questa fase, non dar seguito alla settimana di Ispirati dagli Archivi. Nata come un vero e proprio moto d’orgoglio archivistico, l’iniziativa avrà bisogno della forza e dell’energia del nuovo Consiglio direttivo che uscirà dall'Assemblea dei soci della prossima primavera e che potrà decidere se e come interpretarla, com'è giusto e corretto che sia, secondo le proprie visioni.
 

IN QUESTO NUMERO

 
Rinnovo quote di iscrizione
Sul sito sono pubblicati gli importi e le modalità per rinnovare la quota di iscrizione all’Anai per l'anno 2019.
L’iscrizione, oltre a consentire di essere informati e partecipare alle varie attività dell’Associazione organizzate a livello nazionale e regionale, permette di usufruire di una serie di servizi e agevolazioni, come, ad esempio, ricevere la versione elettronica della rivista scientifica semestrale Archivi, pubblicare il CV nello spazio dedicato del sito, partecipare a costi agevolati a tutte le iniziative di formazione Anai, accedere ai servizi dedicati di informazione e consulenza, tra cui il servizio di osservatorio dei bandi di lavoro.

Assemblea ordinaria, assemblea elettorale e conferenza dei sostenitori

Nel 2019 si rinnovano le cariche sociali, per cui oltre all'Assemblea ordinaria dei
soci convocata giovedì 4 aprile alle h 9 (presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma), nella quale sarete chiamati a esprimere il voto in merito all'approvazione dei bilanci consuntivo 2018 e preventivo 2019 e a discutere le attività dell’associazione, nel pomeriggio dello stesso giorno sarà convocata l’Assemblea elettorale. 
La conferenza dei Sostenitori è convocata a Roma (in sede da definire) il 15 marzo 2019 alle ore 14:00.

L’impegno per la tutela della professione
Il 2018 ha visto l’associazione impegnata a sostenere in tutte le sedi opportune il ruolo degli archivisti e la rilevanza dei patrimoni documentari. 
Dopo il lungo periodo di stallo e grazie ad un’azione congiunta con il CoLAP, è finalmente giunto a conclusione l’iter dell’iscrizione negli elenchi del Mise di Anai, che ora è inclusa tra le associazioni che possono rilasciare l’attestazione di qualità e di qualificazione professionale dei servizi prestati dai soci ai sensi della L. 4/2013.
Inoltre, seguiamo con grande attenzione (e crescente preoccupazione) l’iter relativo al provvedimento di approvazione degli elenchi dei professionisti che ha ormai accumulato un ritardo (rispetto alle indicazioni della norma primaria) di ben 4 anni.
Infine continua l'attività  dell'osservatorio bandi col monitoraggio delle gare per lo svolgimento di lavori archivistici

Convenzioni istituzionali e rapporti con altre associazioni

Si segnalano alcuni importanti accordi che l’Anai ha firmato con istituzioni di livello nazionale (DGA, ICAR, Forum PA, Consiglio regionale Regione Veneto).
Inoltre continuano le collaborazioni e il coordinamento con MAB, CoLAP, Museipresa, SOS Archivi, Mi Riconosci e AIDUSA.

Formazione
L’attività di formazione si è finalmente dotata di linee guida stabili (sperimentate con successo nel corso dell’anno). È stato predisposto un calendario per semestre che ha consentito ai soci, ai sostenitori e alle persone interessate di valutare l’offerta complessiva di ANAI. Si sta lavorando alla sistemazione del calendario delle iniziative di formazione che saranno sviluppate nel primo semestre 2019.

Attività editoriali
Il consolidamento di una coerente attività editoriale è stato (insieme a quello per la formazione) uno dei filoni su cui in questi ultimi anni maggiormente si è concentrato l’impegno della nostra associazione: la Rivista «Archivi», le monografie EdizioniANAI e il notiziario online Il Mondo degli archivi.

Bando summer school
L’iniziativa avviata nel corso del 2018 di offrire a un nostro associato under 35 un contributo finalizzato a vivere un’esperienza di formazione di qualità e di livello internazionale sarà replicata anche nel 2019.

Immagine coordinata Anai e Linee guida comunicazione
È stato indetto un concorso di idee per il restyling del logo e la definizione delle linee guida e la declinazione dei principali strumenti dell’immagine coordinata dell’ANAI. Oltre 40 proposte pervenute ed un processo di selezione e valutazione complesso ed articolato, con una commissione mista composta da archivisti e professionisti della comunicazione. 

Gestione documentale Anai
Nel corso del 2018 è stato avviato il progetto di organizzazione del sistema di gestione documentale di Anai che ha visto impegnato il Direttivo su diversi fronti. Il sistema nel suo complesso è stato presentato lo scorso 30 novembre e sarà attivato in via sperimentale da gennaio 2019, dapprima per l’Anai nazionale e successivamente per le Sezioni regionali.

Convegni, seminari e incontri
Il convegno annuale di quest’anno è stato dedicato al tema degli archivi di persona e di famiglia (Roma, 9 novembre 2018). Il convegno, organizzato d’intesa con l’ICAR e la Biblioteca nazionale centrale di Roma) ha visto la partecipazione di 240 colleghi.
È stata sottoscritta una convenzione Icar-Anai-Dipartimento di lettere e filosofia UNITN in merito al progetto «La memoria degli archivisti».

GIAI - Gruppo Italiano Archivisti d'Impresa
Anche quest’anno le attività di GIAI si sono sviluppate attraverso alcuni incontri tematici, la partecipazione a eventi di presentazione dell’attività di Anai nei contesti di impresa e con la riproposizione, aggiornata e arricchita edizione dopo edizione, del corso base per archivisti di impresa, che quest’anno si tenuto a Firenze, ospitato da Ferragamo con visita guidata agli archivi dell’editore Giunti.
Rinnovo quote di iscrizione 2019

 

Sul sito sono pubblicati gli importi e le modalità per rinnovare la quota di iscrizione all'Anai per l'anno 2019.

 

L'iscrizione, oltre a consentire di essere informati e partecipare alle varie attività dell'Associazione organizzate a livello nazionale e regionale, permette di usufruire di una serie di servizi e agevolazioni, come, ad esempio, ricevere la versione elettronica della rivista scientifica semestrale Archivi, pubblicare il CV nello spazio dedicato del sito, partecipare a costi agevolati a tutte le iniziative di formazione Anai, accedere ai servizi dedicati di informazione e consulenza, tra cui il servizio di osservatorio dei bandi di lavoro.


Ricordiamo che, ai sensi dell'art. 6 del Regolamento di iscrizione e delle attestazioni di qualità e qualificazione professionale dei servizi prestati dai soci, saranno inseriti nell'elenco dei soci aggiornato pubblicato nell'apposito spazio del sito entro fine aprile 2019, esclusivamente i soci ordinari e juniores in regola con tutte le quote associative alla data del 31 marzo 2019.

 

 

Assemblea ordinaria, Assemblea elettorale

Segnaliamo che quest’anno si rinnovano le cariche sociali, per cui oltre all’Assemblea ordinaria dei soci convocata giovedì 4 aprile alle h 9 (presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma), nella quale sarete chiamati a esprimere il voto in merito all’approvazione dei bilanci consuntivo 2018 e preventivo 2019 e a discutere le attività dell’associazione, nel pomeriggio dello stesso giorno sarà convocata l’Assemblea elettorale: alle ore 14:30 è prevista la presentazione dei candidati, mentre i seggi si apriranno alle ore 16:00 e si chiuderanno  sabato 6 aprile alle ore 10:30. La proclamazione dei nuovi eletti è prevista sabato 6 aprile alle ore 13:30. 

 

Potranno votare: per i bilanci e per le cariche sociali i soci onorari e ordinari in regola alla data del 31 marzo 2019; per l’elezione del rappresentante juniores i soci juniores in regola alla data del 31 marzo 2019. 

Per facilitare le operazioni di verifica degli aventi diritto, sono pregati di portare con sé al momento della votazione l’attestazione del pagamento della quota associativa tutti i soci che avranno pagato

  • con bonifico banco posta, in data successiva al 31 gennaio 2019;
  • con qualsiasi modalità, dopo il 15 marzo.
Conferenza dei sostenitori

La conferenza dei Sostenitori è convocata a Roma (in sede da definire) il 15 marzo 2019 alle ore 14:00. Scopo della Conferenza dei Sostenitori è di partecipare alla vita dell'Associazione formulando "pareri consultivi su attività e programmi dell'Associazione e di elaborare e proporre l'adozione di linee guida su temi di particolare interesse per gli aderenti che rappresentano" e che sono espressione di molteplici realtà istituzionali, economiche e associative

L'impegno per la tutela della professione

Nel corso del 2019 è prevista, in concomitanza con le assemblee, la realizzazione di un incontro formativo e informativo sul riconoscimento delle professioni tecniche (Biblioteca nazionale centrale di Roma, 5-6 aprile 2019) con specifico riferimento ai provvedimenti che riguardano il settore archivistico.

 

Il 2018 ha visto l’associazione impegnata a sostenere in tutte le sedi opportune il ruolo degli archivisti e la rilevanza dei patrimoni documentari, con particolare riferimento alla necessità di rispettare la normativa sulla gestione informatica dei documenti e sugli archivi digitali).  Abbiamo difeso la qualità del profilo professionale degli archivisti sia a livello nazionale (monitorando ad esempio il lavoro del Mibac in relazione alla predisposizione degli elenchi dei professionisti prevista dall’art. 1 della legge 22 luglio 2014, n. 110 e all’emanazione del successivo decreto ministeriale, previsto entro 6 mesi dalla data in vigore della legge e ancora sepolto negli uffici di staff del ministro), sia contrastando i progetti di sanatoria per i funzionari interni al Mibac. Abbiamo sollecitato il ministro ad attivare le procedure per un nuovo concorso per archivisti di Stato e per la dirigenza tecnica, sottolineando (in occasione di un incontro con il capo di Gabinetto del Mibac) la necessità, più volte ribadita di dar luogo a procedure concorsuali con cadenza almeno biennale in grado di assicurare per tutti i profili necessari alla buona gestione del Ministero il rispetto della pianta organica recentemente approvata e il ricambio generazionale ancora indispensabile, nonostante l’espletamento del concorso del 2016 e l’assunzione di 190 archivisti di Stato.

 

Abbiamo continuato a insistere sulla necessità e sull’urgenza di portare a termine la riforma delle scuole degli archivi di Stato. Anche grazie alla nostra iniziativa il provvedimento è stato licenziato dal Mibac ed è stato inviato agli uffici del Miur. La proposta di riforma include una norma transitoria (espressamente richiesta da ANAI)  al fine di riconoscere il valore di diploma di specializzazione (terzo livello) per tutti coloro che hanno il titolo e sono in possesso di un diploma di laurea specialistica, magistrale o di vecchio ordinamento.

 

Abbiamo sottolineato anche al ministro Bonisoli la revisione e coordinamento delle disposizioni esistenti (ad esempio nella forma di un testo unico). L’associazione sarà attiva innanzitutto sviluppando un documento di base da condividere per la parte comune con le altre associazioni in ambito MAB.

 

 

Elenchi Mise (Legge 4/2013)

 

Dopo il lungo periodo di stallo e grazie ad un’azione congiunta con il CoLAP, è finalmente giunto a conclusione l’iter dell’iscrizione negli elenchi del Mise di Anai, che ora è inclusa tra le associazioni che possono rilasciare l’attestazione di qualità e di qualificazione professionale dei servizi prestati dai soci ai sensi della L. 4/2013 (vai al sito del Mise).

 

La legge, come è noto, rappresenta una garanzia per l’utente (sia in ambito pubblico che privato e nel rispetto delle regole sulla concorrenza) poiché le attestazioni di qualità dei servizi erogati dal professionista possono essere rilasciate dalle associazioni di riferimento, sotto la loro responsabilità, solo se le associazioni in questione sono in grado di osservare gli stringenti obblighi prescritti dalla legge 4/2013 (dichiarati nei loro Statuti), che prevedono una gestione democratica dell’associazione, la trasparenza delle attività e degli assetti organizzativi, la promozione della formazione continua degli associati, l’adozione di un codice deontologico, etico e di condotta, riferito anche al Codice del Consumo, la vigilanza sull’osservanza da parte dei soci della condotta professionale, una struttura organizzativa tecnico-scientifica capace di  attuare gli  impegni, l’attivazione di uno sportello per il consumatore, la non esclusiva rappresentanza della professione, rendendo note inoltre tutte le attività e gli standard che garantiscono la qualità della professione. È in atto la definizione della procedura per il rilascio delle attestazioni.

 

 

Elenchi Mibac (legge 110/2014)

 

Come già ricordato, seguiamo con grande attenzione (e crescente preoccupazione) l’iter relativo al provvedimento di approvazione degli elenchi dei professionisti che ha ormai accumulato un ritardo (rispetto alle indicazioni della norma primaria) di ben 4 anni.

ANAI ha supportato il Comitato tecnico-scientifico con attente indicazioni sia nella prima stesura, sia nella revisione della bozza del Regolamento, controllando l’allineamento delle competenze, abilità e conoscenze con la norma UNI 11536 e intervenendo nella definizione dei requisiti di accesso. In particolare ANAI ha richiesto con grande determinazione il requisito transitorio che prevede il Diploma di archivistica, paleografia e diplomatica, in assenza di diploma di laurea, con almeno 24 mesi di esperienza lavorativa. I professionisti che ricadono in questa casistica, in un primo momento, erano stati esclusi completamente dai profili individuati perché il possesso del diploma di laurea era stato ritenuto dagli estensori fattore obbligatorio per l’esercizio della professione.

ANAI auspica, quindi, che il provvedimento passi alla fase attuativa il più presto possibile e che la recente ipotesi di accordo tra il Mibac e le organizzazioni sindacali in merito alle “progressioni tra le aree per il triennio 2018-2020” tengano effettivamente conto dell’attinenza dei titoli di studio posseduti rispetto al profilo cui si concorre per la riqualificazione.  

 

 

Osservatorio bandi

 

Abbiamo continuato il lavoro di monitoraggio dei bandi inserendo all’interno dell’Osservatorio le gare e le proposte per lo svolgimento di lavori archivistici. Nel contempo, come testimoniano le comunicazioni inviate ai Comuni di Catania, Albignasego e Bolzano, solo per citare le ultime in ordine di tempo, abbiamo mantenuto alta l’attenzione in difesa della nostra professione intervenendo ogni qualvolta, su segnalazione dei soci e non, ci siamo trovati di fronte a bandi i cui requisiti erano troppo generici e non professionalmente qualificanti o non hanno rispettato i criteri formativi previsti dalla normativa vigente.

Convenzioni istituzionali e rapporti con altre associazioni

Si segnalano alcuni importanti accordi che l’Anai ha firmato con istituzioni di livello nazionale:

·         la convenzione con la Direzione generale degli archivi e l’Icar con specifico riferimento alle attività formative e alle iniziative congiunte di studio e valorizzazione dei patrimoni archivistici,

·         l’accordo con ForumPA per la conduzione di iniziative nell’ambito di Cantieri digitali,

·         il protocollo d’intesa con il Consiglio regionale veneto dedicato alla realizzazione di attività formative e di eventi di promozione del settore archivistico (tutti disponibili sul sito…)

 

 

Iniziative e rapporti con altre associazioni

 

MAB

Il lavoro di coordinamento Mab - Musei Archivi e Biblioteche. Professionisti del patrimonio culturale prosegue a partire dalla costituzione del Comitato scientifico MAB cui è affidato il compito di proporre attività formative e iniziative congressuali da svolgere congiuntamente tra le nostre Associazioni e effettuare una ricognizione delle attività e buone pratiche MAB nelle varie regioni.

Fanno parte del comitato scientifico  i seguenti colleghi: 

AIB - Maurizio Vivarelli

AIB - Sebastiano Miccoli (referente delle sezioni regionali)

ANAI - Pierluigi Feliciati

ANAI – Simona Bo (referente delle sezioni regionali)

ICOM – Daniele Jalla

 

Sono referenti nazionali:

AIB - Claudio Leombroni (referente CEN)

AIB - Agnese Cargini

ANAI - Grazia Tatò

ICOM - Adele Maresca Compagna

 

Il prossimo convegno nazionale si terrà a novembre a Roma e l’organizzazione generale sarà seguita da Icom nel rispetto dell’alternanza tra associazioni (referente  Valeria Arrabito)

 

 

COLAP - Continua la collaborazione con il CoLAP per il raggiungimento di obiettivi condivisi. Il 25 ottobre scorso si è svolto a Milano l’importante evento in cui sono state presentate alle autorità regionali e ai politici le proposte del programma CoLap #Cresce, come elaborate dai gruppi di lavoro nell’incontro dello scorso anno a Roma. Si è parlato di rappresentanza e rappresentatività, del sistema di attestazioni, della professionalità, della formazione e del fisco e per tutte le aree è emersa la necessità di aprire dialoghi costruttivi con le associazioni di categoria. Per quanto riguarda il settore dei beni culturali, sono stati evidenziati i temi che riguardano gli elenchi (L. 110/2014), la rappresentanza di professionisti ex 4/2013 nel Consiglio superiore dei bbcc, il volontariato, il Codice dei Lavori Pubblici.

Un importante risultato ottenuto dal CoLap è il recepimento di alcune proposte di emendamento che riguardano i soggetti che possono accedere ai contributi a fondo perduto nella forma di voucher per l’acquisto di prestazioni previste dal “Piano Nazionale di Impresa 4.0”. (Vai al sito COLAP - schede di bilancio)

 

MUSEIMPRESA -  A suggellare un rapporto esistente ormai da anni, progressivamente consolidatosi soprattutto attraverso le attività condotte dal GIAI  Gruppo italiano archivisti di impresa, nel corso del 2018 è stata sottoscritta una convenzione per la conduzione di attività comuni.

 

SOS ARCHIVI - Sempre nella direzione di consolidare i rapporti con realtà associative che operano su terreni comuni per la più ampia diffusione di una corretta informazione sugli archivi e sul lavoro degli archivisti, anche con SOS Archivi è stata sottoscritta una convenzione finalizzata alla progettazione e conduzione di iniziative di comune interesse.

 

MI RICONOSCI… - Anai ha sostenuto alcune iniziative organizzate da Mi riconosci sono un professionista dei beni culturali, in particolare ha partecipato alla conferenza stampa del 26 giugno 2018 e manifestazione per la cultura e il lavoro svoltasi a Roma il 6 ottobre 2018. (Video della manifestazione - intervento di Maria Guercio)

 

Si segnala inoltre il report dell'incontro della Coalizione 27 Febbraio e Comune di Napoli del 17 maggio 2018 a cui ha partecipato per Anai Concetta Damiani.

www.Anai.org/Anai-cms/cms.find

 

AIDUSA - Si è avviata in modo proficuo la collaborazione con Aidusa, l’associazione scientifica dei docenti universitari di archivistica. Il primo risultato è stato il convegno organizzato congiuntamente a Cagliari sul tema della formazione e dell’esercizio della professione (13-15 dicembre 2018).

Formazione

L’attività di formazione si è finalmente dotata di linee guida stabili (sperimentate con successo nel corso dell’anno). È stato predisposto un calendario per semestre che ha consentito ai soci, ai sostenitori e alle persone interessate di valutare l’offerta complessiva di ANAI. Si sta lavorando alla sistemazione del calendario delle iniziative di formazione che saranno sviluppate nel primo semestre 2019, mentre è partita la comunicazione e la raccolta delle adesioni per i corsi previsti nel mese di gennaio: Genova Archivi fotografici e Venezia Data protection e regolamento europeo.

Attività editoriali

Il consolidamento di una coerente attività editoriale è stato (insieme a quello per la  formazione) uno dei filoni su cui in questi ultimi anni maggiormente si è concentrato l’impegno della nostra associazione.

La rivista «Archivi», grazie alla guida di Giorgetta Bonfiglio Dosio e al lavoro di una redazione sperimentata e fidata, si conferma quel solido punto di riferimento scientifico che da tempo qualifica la nostra associazione nel panorama non solo italiano.

 

A fianco di «Archivi» sul piano delle pubblicazioni tradizionali, la serie di volumi monografici avviata nel 2016 con il formulario di Marco Carassi Fare cose con parole e proseguita nel 2017 con la pubblicazione del volume dedicato a illustrare il lavoro svolto nell’ambito del progetto Recap (Rete per la Conservazione e l’Accesso ai patrimoni digitali) promosso dalla Regione Lazio, si  è arricchito quest’anno del volume di Costantino Landino e Lina Marzotti Memoria dinamiche dedicato al web archiving e alla conservazione dei data base. Il prossimo 21 gennaio a Roma, si terrà una presentazione nella quale interverranno Mariella Guercio, Stefano Vitali, Tommaso Detti e Francesca Tomasi.

 

Sul terreno della editoria elettronica si consolidano i risultati del www.ilmondodegliarchivi.org, la rivista dell’Anai transitata dall’analogico al digitale nel 2006, oggetto di un primo restyling nel 2012 e interamente riprogettata grazie all’impegno di Stefano Vitali e dell’ICAR che nel 2016 ne ha fatto la Newsletter del SAN. I dati sull’utilizzo del sito ci dicono che siamo cresciuti dai 1.283 utenti/mese dell’aprile 2016 (data della pubblicazione del nuovo sito) agli oltre 6.150 dello scorso novembre, mentre la newsletter raggiunge circa 23.000 indirizzi e la pagina facebook sta per raggiungere i 4.700 follower, con i dati di diffusione dei post di maggior successo che hanno generato più di 10.000 contatti. Oltre a ricordare che il palinsesto della rivista accoglie contributi provenienti da una rete sempre più ampia di collaboratori che segnalano eventi e temi e inviano contributi: la redazione riceve, valuta, seleziona e pubblica tutto quanto arriva all’indirizzo redazione.mda-san@Anai.org.

Da segnalare, infine, lo spazio occupato dai «Quaderni del Mondo degli archivi» che, rispetto agli articoli di taglio informativo, propongono interventi più ampi e trattazioni più strutturate, come atti di giornate di studio, working papers (utili a informare e fare il punto su studi o lavori in corso), scritti d’occasione. Si ricordano il Quaderno n.4 Un archivista oltre la cortina di ferro. Il viaggio di Claudio Pavone in URSS e il Quaderno n. 5 Sugli archivi di persona: Esperienze a confronto, pubblicato on line il 29 ottobre,  che contiene le relazioni e il dibattito del duplice seminario del 27 giugno e 12 luglio tenutosi presso l'Archivio di Stato di Torino con la collaborazione della Sezione Anai Piemonte e Valle d'Aosta, mentre l’ultimo «Quaderno», appena uscito, fuori numerazione e con una veste editoriale che lo caratterizza come un volume a sé, è curato da Attilio Bartoli Langeli ed è dedicato alla figura di Armando Petrucci, da poco scomparso, al quale si è voluto dedicare un tributo in grado di rendere conto della grandezza di un uomo di cultura che, come pochi, seppe tenere insieme il rigore metodologico, proprio di discipline come la paleografia e la diplomatica, con un forte impegno civile.

In questo caso, l’uscita in formato elettronico prelude alla stampa del volume, in corso di valutazione. Chi fosse interessato, può fin da ora prenotare la copia cartacea scrivendo alla casella di posta elettronica redazione-web@Anai.org       

Bando Summer School giovane archivista

L’iniziativa avviata nel corso del 2018 di offrire a un nostro associato under 35 un contributo finalizzato a vivere un’esperienza di formazione di qualità e di livello internazionale sarà replicata anche nel 2019. Nelle prime settimane di gennaio sarà pubblicato il Bando per l’assegnazione di una borsa di studio per la partecipazione a una summer school europea nell'ambito delle discipline archivistiche e della comunicazione dei patrimoni culturali.

Immagine coordinata Anai e Linee guida comunicazione

L'ANAI comunica l'esito del concorso di idee che ha portato alla definizione del restyling del logo e dell'immagine coordinata dell'associazione.

 

I lavori della commissione giudicatrice si sono dilungati per via dell'elevato numero di partecipanti (45 domande da tutta Italia e dall'estero) e per la qualità dei lavori presentati. La necessità di valutare attentamente ogni proposta in relazione con la storia e con l'identità dell'associazione ma anche da un punto di vista tecnico-formale hanno ridefinito tempi e riflessioni legati alla selezione.

 

La commissione ha svolto il suo compito tenendo in considerazione che la decisione sarebbe stata non solo la valutazione di una soluzione grafica come elemento di riconoscibilità esterna quanto la rappresentazione di una comunità di persone che in essa si riconosce.

 

La scelta della proposta vincitrice è stata effettuando tenendo in considerazione al contempo la carica innovativa e la coerenza con la tradizione Anai: una proposta in linea con le attuali tendenze comunicative e allo stesso modo in grado di essere stabile e riconoscibile nel tempo.

 

Nel pubblicare la graduatoria definitiva, limitatamente alle prime cinque posizioni, l'ANAI ringrazia tutti i partecipanti che hanno avuto modo di presentare i propri lavori e che hanno dato modo all'associazione stessa di misurarsi con la propria evoluzione e con la propria tradizione.

 

 

POSIZIONE ID PROGETTO PROPONENTE
1 (Vincitore) PROGETTO-20180716_11 MATTIA SALVA', ILARIA PITTERI
2 PROGETTO-20180716_05 LUCA ZANINI
3 PROGETTO-20180716_09 ROBERTO FODDAI
4 PROGETTO-20180710_02 DANIELE MARIA PORCARI
5 PROGETTO-20180716_22 DARIO QUATRINI

Gestione documentale Anai

Nel corso del 2018 è stato avviato il progetto di organizzazione del sistema di gestione documentale di Anai che ha visto impegnato il Direttivo su diversi fronti.

Un gruppo ristretto del Direttivo, cioè Mariella Guercio, Bruna La Sorda e Monica Martignon, con la collaborazione gratuita di Isabella  Cerioni (socia) e Lucilla Less (sostenitore) avvalendosi anche del lavoro di analisi della documentazione pregressa svolto da due laureande, Paola Demurtas e Elisa Lumini,  hanno elaborato il Titolario di classificazione unico per Anai. Il Titolario sarà condiviso dall’Anai nazionale e dalle Sezioni regionali per la classificazione della documentazione.

Lo strumento prevede anche indicazioni di massima sulla formazione dei fascicoli. Sulla base di proposte presentate da alcuni sostenitori che hanno risposto alla richiesta del Direttivo e utilizzando una griglia di analisi appositamente predisposta da Massimiliano Grandi (socio) è stata scelta dal Direttivo nazionale la piattaforma di gestione documentale che meglio risponde alle caratteristiche e alle dimensioni della nostra Associazione. La piattaforma Piuma, distribuita dal sostenitore Bucap, consente la gestione completa della documentazione e dell’archivio di Anai; in aggiunta alle consuete attività di registrazione, gestione e archiviazione della documentazione, cartacea e digitale, consente l’adozione di specifici workflow fra i quali sono già in via di implementazione il modulo per l’iscrizione e gestione dei soci e per la gestione delle attività formative.

Il sistema nel suo complesso è stato presentato durante un’apposita sessione dedicata della Conferenza dei Presidenti lo scorso 30 novembre e sarà attivato in via sperimentale da gennaio 2019, dapprima per l’Anai nazionale e successivamente per le Sezioni regionali.

Convegni, seminari e incontri

 

Il convegno annuale di quest’anno è stato dedicato al tema degli archivi di persona e di famiglia (Roma, 9 novembre 2018). Il convegno, organizzato d’intesa con l’ICAR e la Biblioteca nazionale centrale di Roma) ha visto la partecipazione di 240 colleghi. Le registrazioni degli interventi sono disponibili sul canale youtube di ANAI. E’ stato preceduto da una serie di eventi e seminari preparatori organizzati dalle sezioni Toscana, Lombardia, Liguria e Piemonte, che hanno avuto l’obiettivo di raccogliere interventi di approfondimento dedicati ai nodi di maggiore complessità (tra cui, ad esempio, copyright, natura ibrida dei patrimoni, conservazione digitale, trattamento dei carteggi digitali). L’attività seminariale e di studio avviata non è destinata a rimanere isolata, poiché si collega alle future iniziative avviate d’intesa con l’Associazione italiana biblioteche in relazione sia all’organizzazione di un convegno organizzato a Salerno nei giorni 10-12 aprile 2019, sia alla discussione del documento di linee guida predisposto in questi anni dall’AIB e destinato a essere integrato con il supporto della nostra associazione

L’Associazione ha attivamente sostenuto il seminario organizzato da InterPARES (di cui si sono celebrati i vent’anni di ininterrotti successi) per la conclusione del progetto iTrust (Roma, 10-11 dicembre 2018) coordinato da Luciana Duranti.

Per il 2019 è in via di avanzata progettazione - d’intesa con l’Istituto centrale degli archivi -  il convegno dedicato all’applicazione del GDPR agli archivi privati e al trattamento dei dati penali (Roma, Sala Spadolini, 30 gennaio 2019). In occasione dell’assemblea elettorale si prevede di organizzare un seminario dedicato al riconoscimento della professione archivistica.


Convenzione Icar-Anai-Dipartimento di lettere e filosofia UNITN in merito al progetto «La memoria degli archivisti»

Far emergere memorie e suggestioni, ricordi in libertà o punti di vista su fatti specifici intervistando chi ha vissuto le vicende del mestiere di archivista a partire dal secondo dopoguerra è l’indispensabile premessa per un proficuo confronto della «memoria orale» degli archivisti con quanto è stato fino ad adesso possibile ricostruire sulla base di documentazione in forma scritta. L’Istituto centrale per gli archivi (ICAR), impegnato nella realizzazione del portale “Ti racconto la storia”, per promuovere la conoscenza e la fruizione di raccolte di testimonianze orali, storie di vita ed altra documentazione sonora ed audiovisiva; l’Associazione nazionale archivistica italiana (ANAI), in vista del 70° anniversario della sua istituzione e il Laboratorio di Archivistica e Discipline del Documento (LADD) dell’Università degli studi di Trento, nato per promuovere e coordinare le attività di ricerca svolte nell’ambito dell’insegnamento di Archivistica del Dipartimento di Lettere e Filosofia, sono i protagonisti del progetto «La memoria degli archivisti. Fonti orali sul mestiere di archivista». Il progetto ha l’obiettivo di raccogliere un congruo numero di significative testimonianze in merito al mestiere dell’archivista da parti di quanti, uomini e donne, hanno operato nell’ambito dell’Amministrazione archivistica e/o poi dell’insegnamento universitario in materie storico-documentarie a partire dai primi anni Cinquanta del secolo scorso. I risultati del progetto saranno presentati nel corso di un convegno che si svolgerà nell’autunno prossimo.

 

 

La Sezione Liguria prosegue nel 2019 l'attività "ConosciAMO gli archivi", organizzando visite guidate gratuite e aperte a tutti alla scoperta degli archivi della Liguria. In particolare è prevista nei mesi di febbraio/marzo, in collaborazione con Giano, una visita guidata alla mostra "Sul mare: immagini di Genova dal XVI al XIX secolo", costruita con i materiali del Centro di documentazione per la storia e l'immagine del comune di Genova (fotografici, cartografici, topografici).

 

Nel mese di marzo è previsto un convegno organizzato con l’Associazione italiana biblioteche dedicato all’applicazione in Italia del regolamento europeo sulla privacy e al copyright con la partecipazione, tra gli altri, di Giulia Barrera, Wikimedia e Altroconsumo.

 

 

Giai - Gruppo italiano archivisti d'impresa

Anche quest’anno le attività di GIAI, coordinate da Francesca Pino si sono sviluppate attraverso alcuni incontri tematici, la partecipazione a eventi di presentazione dell’attività di Anai nei contesti di impresa e con la riproposizione, aggiornata e arricchita edizione dopo edizione, del corso base per archivisti di impresa, che quest’anno si  tenuto a Firenze, ospitato da Ferragamo con visita guidata agli archivi dell’editore Giunti.

 

Di seguito l’elenco delle principali attività svolte nel corso del 2018:

 

19-20 aprile - Biella                          

Assemblea annuale GIAI e seminario: "Tra produzione e memoria: l’integrazione di cicli e flussi”, organizzata il 20 aprile in collaborazione con Museimpresa e con l'Unione Industriale Biellese. Nell'occasione  stata presentata la scheda di catalogazione dei campionari tessili e si sono visitate la Fondazione e Banca Sella, la Fabbrica della Ruota e Casa Zegna.

 

17 ottobre - Verona              

Partecipazione tavola rotonda organizzata nell’ambito della consegna del Premio OMI 2018 per la miglior Monografia Istituzionale d'Impresa, sul tema dell'Heritage d'Impresa

 

25-27 ottobre Venezia – Padova

Partecipazione con un panel organizzato con l’Università di Cagliari sul tema dei Paesaggi culturali e sviluppo locale agli Stati generali del Patrimonio Industriale organizzate da AIPAI - Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale

 

27 ottobre - Arborea             

Festival di storia contemporanea Istòria - Speciale centenario della Società di bonifiche sarde 1918-2018.

Intervento sulla storia di SBS e sui paesaggi culturali sardi e i modelli di sviluppo locale succedutisi nel corso del ’900

 

7-8 novembre - Firenze                    

Corso base archivisti d’impresa

 

Per l’anno in corso sono programmate le seguenti attività:

 

20-21 marzo 2019 - Torino  

20 marzo – ore 16:00 Fondazione 1563  

Assemblea annuale GIAI

21 marzo - Pessione (TO) Casa Martini, organizzato in collaborazione con l’Archivio storico di Martini & Rossi e Museimpresa.

Seminario dal titolo Global archives: gestire gli archivi d’impresa oltre i confini nazionali

È aperta la call for paper, per informazioni: giai@Anai.org entro il 21 gennaio 2019.




iscrizione
archivio news ed eventi
archiviando
Legge 4/2013
Sportello
sezioni regionali
cerca nel sito
ANAI, c/o Biblioteca Nazionale
Viale Castro Pretorio, 105 - 00185 Roma
tel. 06.491416 e-mail:segreteria@anai.org, anai@pec.net
Partita IVA 05106681009 - Codice fiscale 80227410588
realizzato da

regesta.exe - archivi digitali - xdams